Il villaggio di Crespi d’Adda rappresenta una preziosa testimonianza di archeologia industriale ed è inserita nel Patrimonio Unesco. Fondato nel 1878 dall’imprenditore cotoniero Cristoforo Benigno Crespi su un terreno delimitato dai fiumi Adda e Brembo, l’intero villaggio si è sviluppato intorno alla fabbrica, che rappresenta il motore e il fulcro di tutto il complesso. Muovendovi dentro l’asse urbano, concepito con ordine e geometria, vi imbatterete poi nelle case operaie, nel dopolavoro, nelle scuole, nella chiesa, e nel cimitero, uno dei più affascinanti monumenti di inizi Novecento.

Visitare Crespi richiede circa mezza giornata. Vista panoramica dal punto belvedere.

Vale la pena iniziare la visita dall’alto, accanto alle case del medico e del parroco, così da avere una visione d’insieme della struttura urbanistica.

Dopodiché, una volta scesi nel reticolato di stradine, lasciatevi guidare dall’istinto.

Vi scorreranno di fronte la fabbrica, le case operaie, la scuola, la chiesa, la cooperativa, i bagni pubblici, il dopolavoro, le case dei capi reparto e dei dirigenti.

Due sono gli edifici che si distinguono dalla trama regolare del borgo, la villa padronale, a forma di castello, e il cimitero.

Non perdete l’occasione di visitare il fiume Adda, a due passi dal centro abitato. Dalla passerella che unisce Crespi a Concesa potrete godere il magnifico panorama della natura e del villaggio operaio che si combinano.

Conviene lasciare l’auto in piazza Cleopatra Bagnarelli e da lì iniziare il percorso di visita.

Trovate tutte le informazioni di approfondimento sul sito http://crespidaddaunesco.org/

1
Punto panoramico (casa del medico e del parroco)

Nella zona più elevata si trovano le abitazioni del parroco e del medico, tutti e due stipendiati dalla famiglia Crespi…

2
Chiesa

Tra le case del villaggio spicca la chiesa in stile rinascimentale, copia di Santa Maria di Piazza di Busto Arsizio, paese nativo dei Crespi…

3

Lavatoio

Non lontano dalla chiesa, nella zona in cui si sviluppa il primo nucleo del villaggio, viene costruito il lavatoio pubblico…

4

Villa-castello

Un solido edificio di mattoni rossi, sovrastato da una torre alta cinquanta metri…

5

Sono una cinquantina di case a due piani a pianta quadrata…

6

Lo stabilimento ha un unico piano e presenta tetti inclinati per convogliare la luce necessaria alla produzione. Il primo nucleo è evidenziato dalla torre di matrice medievale…

7

Nella zona sud del villaggio, tra il 1919 e il 1926, sorgono nuove abitazioni. Le prime cinque, simili, diventano l’alloggio dei capi reparto…

8

Nel 1896, tramite l’Accademia di Brera, i Crespi indicono un concorso per il progetto del cimitero…